Choose language: de en es fr

Compliance

REACH – Dichiarazione

Articoli

(REACH definisce un articolo come: “un oggetto a cui sono dati, durante la produzione, una forma, una superficie o un disegno particolari che ne determinano la funzione in misura maggiore della sua composizione chimica.“)

Il Gruppo Tintometer è produttore e rivenditore di prodotti che, secondo la legislazione in materia di sostanze chimiche, sono denominati “articoli”.

La pubblicazione dell’«elenco di sostanze candidate» a norma dell’articolo 59(1) del regolamento CE 1907/2006 (REACH) implica sul mercato europeo una serie di obblighi.

Si tratta di sostanze che sono state aggiunte dall’Agenzia Europa per le sostanze chimiche (ECHA) all’elenco di sostanze estremamente problematiche candidate (SVHC) per l’autorizzazione [articoli 33, 57 e 59 (1)] e di sostanze elencate nell’allegato XIV (articolo 58).

Sulla base delle informazioni di cui disponiamo, fornite dai nostri fornitori, e delle nostre conoscenze della composizione dei materiali, tutti gli articoli di Tintometer non contengono sostanze estremamente problematiche in una concentrazione superiore allo 0,1%.

Presupponendo che i nostri articoli non contengono nessuna delle sostanze interessate, rinunciamo all’analisi dei nostri materiali e prodotti finiti.

In un processo continuo verifichiamo costantemente le aggiunte e gli aggiornamenti concernenti l’elenco di sostanze estremamente problematiche candidate (ECHA) e stiamo in stretto contatto con i nostri fornitori ed operiamo secondo le disposizioni REACH.

Inoltre nei nostri articoli non è previsto alcun rilascio di sostanze in condizioni di uso normale e appropriato. Pertanto il requisito di registrazione delle sostanze contenute in questi articoli, ai sensi dell’articolo 7(1) (b) (REACH) non è applicabile.

http://echa.europa.eu/it/candidate-list-table;jsessionid=A045583213D2AB63C0AA3F0962F8D357.live2


REACH – Dichiarazione concernente le sostanze estremamente problematiche

Miscela / sostanza / reagente

(REACH definisce una miscela come: miscela o soluzione costituita da due o più sostanze.”)

Raccogliamo costantemente informazioni dalla catena di distribuzione per poi inoltrarle; tutti gli usi vengo/sono stati identificati ovvero comunicati.

Dopo che una sostanza è stata aggiunta all’elenco di sostanze estremamente problematiche candidate (SVHC, Substances of Very High Concern), i fornitori EU/EEA di miscele, che ai sensi del regolamento 1272/2008 non sono classificate come sostanze pericolose, devono fornire su richiesta ai destinatari dell’articolo una scheda di dati di sicurezza, qualora la miscela contenga almeno una delle sostanze riportate nell’elenco di sostanze candidate, in una concentrazione superiore allo 0,1 % (peso/peso).

Per le sostanze estremamente problematiche candidate (SVHC) si ha l’obbligo in generale di redigere una scheda di dati di sicurezza.

I nostri reagenti sono quasi esclusivamente miscele. Affinché i nostri clienti possano utilizzare l’articolo con maggiore sicurezza, redigiamo per ogni reagente una scheda di dati di sicurezza ai sensi delle disposizioni REACH.

Il regolamento CLP (regolamento n. 1272/2008) rispecchiano da vicino la disposizione REACH. Ai sensi di questa disposizione legislativa avviene la classificazione delle nostre miscele. Per maggiori informazioni sulla classificazione e sulla denominazione dei nostri reagenti, consultare la scheda di dati di sicurezza.


 

Delucidazioni sul comportamento

del Gruppo Tintometer nei confronti dei minerali provenienti da Paesi in conflitto

In data 22 agosto 2012, la Securities and Exchange Commission (Commissione per i titoli e gli scambi) ha pubblicato altre direttive per il Dodd-Frank Wall Street Reform and Consumer Protection Act (legge di Dood-Frank sulla Riforma di Wall Street e sulla Protezione dei Consumatori). Queste disposizioni obbligano le società quotate in borsa negli U.S.A. a rendere noto il loro utilizzo di minerali provenienti da Paesi in conflitto, ovvero dalla Repubblica Democratica del Congo (DRC) e dalle zone limitrofe.

Tra questi minerali: tantalio, stagno, tungsteno e oro.

Il Dood-Frank Act ha lo scopo di ridurre il finanziamento delle milizie e dei gruppi ribelli congolesi e di promuovere la pace.

Le società del Gruppo Tintometer si sentono impegnate a comportarsi con responsabilità nei confronti delle risorse naturali. Nello scegliere i fornitori per i nostri prodotti (strumenti e sostanze chimiche) diamo particolare importanza al comportamento etico e alla compliance. In qualità di azienda non quotata in borsa, non siamo soggetti ad alcun obbligo di fornire un’informativa; vorremmo tuttavia essere certi che i nostri partner si sentano impegnati nei confronti di questi standard e ordinamenti.

Per questo la direzione aziendale ha adottato le seguenti misure:

  1. La direzione aziendale del Gruppo Tintometer approva un pacchetto di misure sull’utilizzo di minerali provenienti da Paesi in conflitto.

  2. Ci impegniamo a identificare l’utilizzo di minerali critici nella nostra catena di fornitura.

  3. La scelta di (futuri) fornitori avverrà con la massima e dovuta attenzione, assicurandoci che non siano utilizzati i minerali (summenzionati) provenienti da Paesi in conflitto.

  4. Tutti gli attuali fornitori saranno contattati dal nostro reparto acquisti per stabilire se utilizzano i minerali (summenzionati) provenienti da Paesi in conflitto. I risultati ottenuti saranno inoltrati ai nostri clienti nell’ambito di un processo continuo.

Tutti i fornitori del Gruppo Tintometer sono esortati ad applicare e rispettare simili direttive e ad invitare i loro fornitori a fare lo stesso.